L’Estate, il sole, le liste e i sandali da schiava!

L’immagine è di Syd Bee

L’altra settimana sono andata dal dottore per fargli vedere i risultati di alcune analisi del sangue. Andavano tutto bene tranne la Vitamina D. “Signora, dovrebbe mettersi più al sole in orari non critici e poi le do queste gocce. Vada in spiaggia, si metta più al sole visto che ha anche questa bellissima carnagione olivastra”. Credo che mi abbia fatto un complimento ma intanto io avevo un’immagine nel mio cervello.

Io e il mio collega dai capelli rossi al Parco di Punta Corrente in Istria sotto gli alberi due anni fa. Guardavamo il mare dagli scogli e i natanti. Occhiali da sole e cappello. “Qual è il tuo obiettivo dell’estate?” “L’abbronzatura da pineta” risposi “E il tuo?” “Non scottarmi”.

Ecco caro dottore il mio obiettivo è l’abbronzatura da pineta e non toccare sabbia infatti per questo vado al mare in Croazia. Io e il sole non andiamo molto d’accordo. Troppa luce mi fa male agli occhi e soffro maledettamente. Lo sa caro dottore che indosso gli occhiali da sole anche in casa qualche volta e che le giornate lunghe mi stancano.

Ma io sono in Croazia sotto gli alberi. “Perché non ti piace l’estate?” “Per il sole e il caldo e tu?” “Per le liste” “Le liste? Quale cazzo di liste?” e si volta. E’ un po’ ridicolo con gli occhiali da sole stile minatore e il cappello da pescatore e devo trattenere una risata. “Facci caso. Succede anche a Natale ma in estate c’è il boom, è un’epidemia. Sì sì le liste! Si dividono in maggioranza in 5 o 10 punti mai dispari perché liste lunghe mandano in tilt il cervello. Sai è stato provato scientificamente in Inghilterra, non riusciamo più a memorizzare e quindi ci rendono la vita più facile facendovi entrare poche ma importanti informazioni, come ci vogliono bene. I punti vengono evidenziati così il cervello fotografa meglio” “Nick Hornby aveva già capito tutto nel 1995” “Eh già. Gli scrittori migliorano l’Umanità. Pensaci bene. Posti, vestiti, trucchi, libri e cibo niente sfugge ai cinque punti e più si avvicina agosto e più si moltiplicano gli argomenti! Hanno semplificato tutto anche i nostri viaggi: i cinque posti da visitare in Norvegia, le cinque città ancora da scoprire e dopo la fase dello sputtanamento c’è la fase della prostituzione” “La parola prostituzione mi sembra un po’ forte, sinceramente” “No no è la parola adatta.  Non guardare il termine solo per gli esseri umani ma anche per le cose o posti che diventano merce. Abbiamo prostituito l’ambiente, l’abbiamo reso schiavo e ne traiamo vantaggi di tutti i tipi. I protettori sono le agenzie di viaggi che traggono profitti dai grandi spostamenti di massa infatti si potrebbe parlare di sfruttamento del territorio ma la parola – prostituzione – rende bene l’idea perché c’è un danno maggiore o no? Le città, la natura o la stessa arte non dovrebbero essere oggetto di lucro o interesse ma ormai dobbiamo spremere tutto e cercare posti più particolari e anche i social network hanno la loro parte” “Come sei romantica, direi crepuscolare anche se un po’ ridicola con questi occhiali alla John Lennon e la crema da viso stile Pocahontas” “E poi c’è un’altra cosa che odio dell’estate” “Cosa?” “I sandali da schiava” una sonora risata invade la pineta e mio marito si sveglia dal sonno “A tua moglie non piacciono i sandali da schiava” e mio marito risponde “Lo so. Odia la parola e devi vedere quando qualcuno vuole venderglieli cosa risponde – Io non sono la schiava di nessuno – io vado a farmi un bagno comunque siete due ridicoli, siete la vergogna dell’estate. Come cazzo vi siete combinati?”. Rimasti in silenzio lo guardammo tuffarsi con classe senza nessun tentennamento nelle acque fredde della Croazia. “Lui è programmato per l’estate” “Noi siamo crepuscolari” e lo ammiriamo mentre nuota in maniera perfetta.

Caro dottore io sono la vergogna dell’estate. Prenderò la vitamina D ogni settimana ma al sole e i sandali da schiava mai!

Buona estate a tutti e io resisterò del resto come sempre cercando di scappare via!

High

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...