Volevo nascere panda

Mio figlio è in prima media e l’altra settimana ha dovuto fare un riassunto su un video dal titolo “Il riscaldamento globale” che aveva visto in classe con la prof di Geografia. Non vi trascrivo tutto il riassunto ma solo alcune frasi “L’essere umano fa schifo! Non pensa che abbiamo solo questo pianeta e che non è possibile trasferirsi da nessuna altra parte nell’Universo? Credete veramente che il cartone animato Wall-e diventi realtà?”. La prof ha fatto notare a mio figlio che l’espressione “fa schifo” forse era un po’ dura ma lui ha risposto prontamente che non c’è nessun’altra espressione in italiano che rende bene l’idea. “Dovremmo produrre meno spazzatura e seguire di meno la moda. Due paia di scarpe sono sufficienti per affrontare l’inverno o l’estate. Bisogna vestirsi per coprirsi non per essere fashion. Scrivo tutto questo perché il video mi ha fatto provare paura e non è bello perché sono semplicemente un ragazzo” poi termina con “Volevo nascere panda”. Ah dimenticavo il riassunto aveva anche il sottotitolo “Ansia, panico e distruzione”. La prof è rimasta così estasiata dal riassunto che ha portato mio figlio in seconda e terza per leggerlo. Lui è arrivato a casa tutto contento embé sono soddisfazioni essendo il più piccolo della classe ma poi abbiamo visto il telegiornale insieme dove si parlava del Partito Democratico e lui dice “Vedi mamma stiamo distruggendo il nostro pianeta e loro parlano di altro” e zac! Mi è venuto in mente Larry e il suo portafoglio o meglio un racconto scritto da Todd Hasak-Lowy e pubblicato in una sua raccolta dal titolo Non parliamo la stessa lingua che vi consiglio perché trovo questo scrittore molto effervescente.

La storia è molto semplice. Larry si accorge di non trovare il portafoglio e naturalmente va in panico ma sullo sfondo della sua ricerca c’è lo scoppio di una guerra nucleare tra l’India e il Pakistan e quindi nel racconto da un lato abbiamo Larry e il suo panico e dall’altro il panico dei mass-media che non riescono a dare immagini strappalacrime perché sono morti tutti. Non vi ricorda qualcosa? Insomma potrebbe essere una situazione reale tra qualche mese. Io che cerco disperatamente le chiavi della macchina e Trump decide d’iniziare la sua guerra con la Corea del Nord. I mass-media che ostinatamente parlano del terrorismo e intanto stiamo uccidendo il pianeta Terra insomma la letteratura e i riassunti anticipano i tempi.

Questo è un post in onore di un piccolo ambientalista che con un riassunto ci riporta a capire le nostre priorità. Viene prima il problema di non poter andare dal parrucchiere o non produrre troppa spazzatura? Viene prima la ricerca del portafoglio o il fatto che morirai in pochi mesi per colpa delle radiazioni?

Consigli di letture

“In fondo l’idea di voler nascere panda non è male, visto che l’essere umano mi fa schifo perché non nascere in un animale protetto, coccolato e raro? In fondo mi sento così!” ha risposto così mio figlio alla domanda “Ma perché proprio il panda?” e come dargli torto.

Piccoli ambientalisti crescono

Annunci

3 pensieri su “Volevo nascere panda

  1. Tuo figlio è appena diventato il mio eroe. E anche la sua prof.
    Se la sua generazione sarà come lui, allora forse c’è speranza per questa palla di fango.
    Se invece assomiglia alla nostra, allora c’è speranza solo per Wall-E, appunto.

    1. Sí nel suo piccolo mio figlio non ha filtri e dice sempre quello che osserva con un occhio spietato… Non lo vedo come un eroe ma come uno che ti riporta alla cruda realtà e speriamo che rimanga cosí 😊 ah lui impazzisce per Wall-e ma preferisce il panda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...