Dove comincia il mondo

30 settembre 1924 nasceva Truman Capote

Ogni tanto guardo la televisione e ho notato una distorsione (ormai è diventata un’azione quotidiana) e cioè “l’argomento della trasmissione Dalla vostra parte di Retequattro”. Facendo zapping leggevo solo l’argomento della serata. Un giorno leggo come titolo “Immigrazione: sono troppi”, il giorno dopo “Prima gli italiani e dopo loro” e il giorno dopo ancora “Manca piano sull’immigrazione” insomma 4 giorni su 5 si parla d’immigrati e poi notavo gli argomenti della gente comune per strada e anche qui l’immigrazione tiene banco. C’è una connessione del comportamento degli italiani sul tema immigrazione e i mass media che ti “scassano” le palle sul tema? Sembrebbe di sì!

Vediamo un altra distorsione: i ricchi e anche qui, trasmissioni, servizi quotidiani sui ricchi e cose del genere, tutto ciò ha portato all’aumento di selfie e video da parte dei ricchi e da parte dei mass media un paranoico approfondimento facendoli anche parlare. E noi? Noi li cerchiamo e commentiamo le loro notizie. C’è una connessione del comportamento degli italiani sul tema ricchi e i mass media che ti “scassano” le palle sul tema? Sì

Visto che i comportamenti degli esseri umani vengono gestiti dagli argomenti “martellanti” dei massa media (sono consapevole di non aver scoperto niente di nuovo, sia chiaro) perchè non facciamo un esperimento, per una settimana il telegionale parla solo di esempi positivi sulla gestione dell’immigrazione (vi assicuro che esistono) e oscura i ricchi? Briatore e compagnia buttati nell’incenitore o meglio le notizie di questa gente non vengono prese in considerazione (non vorrei essere fraintesa, io non ho niente contro Briatore e compagnia ma siamo noi il vero problema)Fermiamoli!!

In fondo anche gli scrittori non pubblicavano tutto quello che scrivevano e si capisce il motivo, non è tutto bello e perfetto nella vita (della serie, anche i ricchi piangono). Consapevoli di non mostrare tutto al mondo, hanno chiuso nei cassetti bozze e racconti perchè non erano da leggere e invece l’editore che fa dopo la morte dello scrittore? Pubblica per produrre soldi con la relativa procedura “martellante”.

“Dove comincia il mondo” di Truman Capote è una raccolta di racconti scritti in età compresa tra 11 e 18 anni. Truman non voleva la pubblicazione di questi racconti e invece vengono pubblicati (meno male che è un piccolo libro). I racconti sono due o tre il resto sono tutti esercizi insomma della serie “non ne sentivamo il bisogno”. Lui si esercitava nella scrittura come qualsiasi bambino si esercita in uno sport o con uno strumento musicale. Avete mai sentito chi si esercita al pianoforte? Ecco qualche volta azzecca le note ma altre volte il vostro orecchio si ribella, i racconti di Truman sono così, alcune parti belle altre no! Sinceramente? Risparmiatevi i soldi e non credete a quelle frasi scritte dietro che servono solo per farvi aprire il portafoglio.

Things We Lost In The Fire

La canzone non mi fa impazzire ma nel  video si respira un aria particolare, da notare i capelli del cantante che sono assai ben diversi da quelli delle persone raffigurate nei quadri (cambiamento di stagione) … a quei tempi si usavano i quadri per dimostrare ricchezza ma forse si facevano i fatti loro ora invece i ricchi ostentano la ricchezza che sfocia nel kitsch (prima erano i borghesi ora sono loro)

Non comprate questo libro! Leggete il sublime Truman con “A sangue freddo” ma non questo.

Annunci

10 pensieri su “Dove comincia il mondo

  1. La gente viene influenzata dal martellamento (Goebbels insegna), per cui è apprezzabile la proposta di costanti esempi positivi ed edificanti. non è buonismo (d’altronde tu non lo sei mai stata buonista. Buona si, buonista mai).
    Il mio portafogli ringrazia per il consiglio

  2. Completamente d’accordo (con mia madre qui mi sono fatta una dose di tv italiana e il pensiero di quegli opinion makers che urlano sulla RAI o Mediaset mi tiene sveglia la notte). A sangue freddo e’ il libro che mi ha fatto conoscere Truman Capote (avevo 18 anni credo). Anche Colazione da Tiffany e’ splendido.

    1. Infatti non parlano ma urlano … questo non comprarlo potrebbe farti odiare Truman invece la colpa (questa volta) è degli altri… ah spegni la tv a tua madre 😉

  3. Io sono complottista.
    Se ci martellano con la questione degli immigrati è perchè vogliono indirizzare l’odio collettivo verso un nemico diverso. Odiare gli immigrati perchè non c’è lavoro, come se prima degli sbarchi navigassimo tutti nell’oro, è stupido, ma moltissimi ci cascano.
    Se ci martellano con “i ricchi” è perchè dobbiamo tutti aspirare ad uno stile di vita consumistico, anche se non possiamo permettercelo. Perchè più consumiamo e meglio è.
    Le tv fanno il gioco di chi comanda, pilotando le greggi nella direzione in cui è richiesto che si muovano.

    E comunque io il libro di Capote non lo avrei comprato, come mi sono rifiutata di comprare Va, metti una sentinella di Harper Lee.

    (Ho avuto l’ardire di taggarti per un book tag. Spero non ti dispiaccia. Non credo tu sia il tipo che partecipa a queste cose, ma sarei proprio curiosa di conoscere i tuoi 10 libri del cuore ❤
    https://progettofelice.wordpress.com/2016/10/07/book-tag-giochiamo-con-i-libri/ )

    1. Questo non è essere complottisti … è dire la Verità 🙂 anch’io mi sono rifiutata di comprare il secondo libro di Harper Lee però ho conosciuto il californiano che ha inventato il carattere della scrittura del libro, un mio amico mi disse “E’ un segno, devi leggere il libro” mi sono rifiutata.

      Sui dieci libri ehehehe c’ho provato in passato giuro! Mi sono messa con il mio taccuino a scrivere poi cancellare per riuscire di coprire 10 posti e poi non riuscivo a fare la classifica insomma troppo complicato. Ti faccio un esempio … a me piace Dickens e quali scegli tra i libri il migliore? Mah e poi mi piace Thomas Hardy e anche lì, qual è il migliore? Impossibile. Allora ragioni così: il dieci libri che ti hanno riempito la vita, ecco, dipende dal periodo. Troppo, troppo limitativo per il mio cervello … dopo vedo ma non ti prometto niente mica ti offendi?? Potrei farne un post ma sarebbe lunghissimo e complicatissimo… dividere per periodo della vita e per genere insomma io mi sono divertita a leggere Il Signore degli Anelli di Tolkien ma, cazzo, non posso affiancarlo con A sangue freddo di Truman Capote 🙂 perdonami!!!

      1. Mi fa piacere essere una che dice la verità 😉
        Per i libri…. ti capisco. Sceglierne 10 è sempre riduttivo, soprattutto perchè, come dici tu, negli anni si cambia, anche grazie ai libri che hai letto.
        Però resto curiosa della tua selezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...