Sono qui!!

Per un mese e mezzo ho dovuto vedere un dottore due volte alla settimana per un problema ai piedi e quindi durante le visite si parlava. Politica e cani erano gli argomenti e a prima vista sembrano essere anche legati tra di loro ma poi nell’ultimo incontro, squillo di tromba, si è parlato di libri. Io e questo dottore abbiamo in comune uno scrittore, un tale di nome Charles Bukoswki. Io ho consigliato degli scrittori e lui altri ma io mi fido solo del dott. Kambublus, i suggerimenti degli altri non li prendo nemmeno in considerazione se non conoscono bene il mio modo di vivere nel mondo ma poi ha fatto una considerazione sulla vita quotidiana e ha tirato fuori un libro dalla sua borsa e lì ho capito che poteva essere preso in considerazione.

Dopo una settimana sono andata in libreria e ho comprato il libro che mi aveva suggerito “La variante di Luneborg” di Paolo Maurensig convinta di aver fatto una buona scelta e così è stato. Ho comprato anche un libro George Eliot per non “tradire” il mio dottor Kambublus perché lui rimane e rimarrà sempre l’unico per me.

Ora vi chiederete, ma che cazzo ha detto questo dottore per farti andare in libreria per comprare un libro? Voglio fare una premessa, siamo bombardati da suggerimenti per acquistare libri (anche per altre cose sia chiaro) che arrivano da tutti i lati come in una guerra. Sono suggerimenti superficiali e io non amo la superficie insomma sono bombe sparate sulla massa e si sa che fanno danni, colpiscono tutto e tutti senza colpire quello giustamente da eliminare, servono solo per far spendere soldi.

Questo dottore ha una cosa che gli altri non hanno, la consapevolezza o meglio la conoscenza di se stesso e sa cosa gli serve quando è depresso. Io ho detto che quando sono depressa leggo Il Circolo di Pickwick di Dickens oppure Peter James e lui sorridendo, si piega sotto la scrivania e tira fuori un libro di Fabio Volo. “Dottore, questo libro è offensivo per le sue letture” dico io e lui alzando le spalle “Guardi io quando leggo questo rido come un pazzo. Mi diverto perché penso una serie di cose. Primo, conosco chi mi circonda. Secondo, non mi prendo mai sul serio e terzo, posso prendere per il culo una marea di gente insomma Charles qualcosa l’avrà insegnato nella mia vita o no?”

Eh già il nostro caro Charles accusato di essere un misogino, di essere fascista e di essere poco elegante qualcosa l’avrà insegnata con i suoi libri pieni di parolacce e cose sconce? Certo e forse è il caso di riscoprirlo. Forse è il caso di farsi quelle belle risate a chi mi vuole spiegare le nuove guerre che mi aspettano. Forse è il caso di farsi una bella risata a chi continuamente mi prende per il culo. Una cosa deve essere chiara, non posso sconfiggervi ma almeno fatevi prendere in giro e mentre torno a casa dolorante penso che ho perso l’insegnamento di Charles e che forse dovrei riprenderlo quindi cari miei anno nuovo vita nuova.

Ho iniziato un corso di cucito ma non preoccupatevi non metterò mai una foto delle schifezze che farò, continuerò per vostra sfortuna nel leggere libri.

1234

Annunci

7 pensieri su “Sono qui!!

    1. Non credo che si possa parlare di generazione ma più di strage di certe personalità … come se Charles toccasse e lascia il segno in certe persone e questi vengono “infettati” esiste altro scrittore? Immagina essere “infettati” da Proust insomma non è la stessa cosa. Charles aiuta di più!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...