Lady Anna

Vi siete mai chiesti quali sono le fondamenta su cui crescono le amicizie? Interessi comuni? Io credo che l’amicizia sia una forma d’innamoramento. Rimaniamo affascinati da qualcuno e quella persona rimane nel vostro cervello. Poi forse si condividono interessi e avventure per un periodo della vita oppure per decenni. Ci modifichiamo fisicamente e mentalmente divenendo nuove persone e vivendo altre vite e alcuni amici si perdono e altri invece rimangono sempre al nostro fianco. Poi ogni tanto si fa anche confusione e si va a letto con qualche amico/a ma sono i rischi dell’esistenza oppure i piaceri del brivido questo non si sa. Esistono anche amicizie d’interesse, c’è gente in giro che vive le vite degli altri e vi sta affianco solo perché non ha il coraggio di vivere la propria e quindi di conseguenza vive la vostra oppure sfrutta le vostre qualità per i suoi interessi e queste amicizie durano una vita? Non si sa nemmeno questo. Qualcuno se ne accorge e quindi c’è l’allontanamento, oppure si è un po’ distratti e quindi si rimane “amici” e l’Amore? Anche qui ci sono matrimoni d’interesse e ci sono persone che puntano solo a sposarsi con gente “con i soldi e potere” per avere una vita agiata e accettando qualsiasi cosa basta che rimanga inalterato il proprio tenore di vita, ma c’è anche Lady Anna.

E chi è Lady Anna? Lady Anna è una delle protagoniste del libro di Anthony Trollope. Il libro ha il suo nome ma potremmo dire che non è la protagonista. Abbiamo una marea di personaggi tutti ben descritti nella posizione della trama del libro. Al centro del libro troviamo un’eredità di un conte ma non c’è quella solo c’è molto di più. C’è tutta l’Inghilterra vittoriana che si scontra con Lady Anna che vuole sposare un sarto e quindi non un suo pari. Raccontarvela così è troppo semplice ma Trollope scrisse “Il migliore romanzo che io abbia mai scritto” e aveva ragione ma poi non ebbe il successo sperato e lui non scrisse più il seguito delle avventure della nostra testarda Lady. Ma perché non ebbe successo questo libro? Forse perché toccava un nervo scoperto della società inglese? Mettere fuori i panni sporchi non è una cosa troppo carina. Scrivere di certe cose potrebbe portare discussioni e cambiamenti e quindi è meglio tacere (in Italia ne sappiamo qualcosa, i nostri giornali e scrittori scrivono cose ovvie e tutti ad applaudire. Meglio non far nascere dubbi tutto deve rimanere uguale.)

Ma poi perché questa Lady Anna vuole sposarsi un sarto andando contro una società e anche contro la madre? Qualcuno nel libro dice “per amore” ma qualcuno ascoltando le sue parole giura di aver sentito dire dalla giovane donna “Quando si riceve così tanto, si deve dare in cambio quel che si ha da dare”. Ora vi chiederete “Che ha dato il sarto?” e non vi rispondo. Basta che andate su Google e leggerete la trama. Ma il punto è un altro? L’Amore si può basare sul ricevere? E quindi anche un’amicizia? Io ricevo e per ringraziarti ti sposo, anche se dall’altra parte mi aspettasse una vita migliore? Non lo so, in fondo ognuno fa le sue scelte in base ai suoi principi e sicuramente c’è gente in giro che non ha nemmeno un principio o almeno un’idea su cui basare la sua esistenza e sinceramente mi fanno un po’ pena, no compassione, decisamente pena. A questo punto preferisco Lady Anna che si prepara alla battaglia armata di buoni propositi e di un ottimo principio al quale tu non puoi essere  d’accordo, ma almeno questa signorina è convinta. La madre della signorina non vuole che sposi il sarto e cosa succede? Succede come nella vita reale, voi fate una scelta coraggiosa e ci sono amici che lo appoggiano altri no ed è qui che viene il bello. Alcuni lo dicono cioè “Non sono d’accordo con te ma se questa è la tua scelta, ti voglio bene lo stesso” e gli altri? Questi sono più subdoli, non rispettano la vostra scelta ma sono tutti sorrisi e moine e vi rimangono “amici” e vi saranno anche affianco quando alla fine della battaglia sareste sconfitti. E il sarto? Strano personaggio che va a consultarsi anche con un poeta pur di capire la mossa migliore e come comportarsi in un mondo che non conosce e dove reputa gli uomini in vestaglia delle “donnine”.

Grande Trollope che con classe inglese ti mostra una società e le varie posizioni dei personaggi dove ognuno dice la sua e dove ognuno troverebbe la soluzione al problema a modo suo. Situazione complicata quella di Lady Anna ma la fine ci sarà e ti sembrerà anche la soluzione migliore perché tutti rimangono soddisfatti tranne la madre. Grande Trollope che ti mostra in modo impeccabile la società inglese e comprendi che la letteratura vittoriana può aiutarti a capire la natura umana in fondo come Balzac nella sua grande Commedia umana che un po’ coincide anche con la letteratura vittoriana o mi sbaglio? Anche se trovo più Balzac in Dickens e cioè quell’attenzione alla miseria e splendore e poi mi viene in mente la fiction anglo-sassone. Ora vi chiederete perché? Avete mai letto Balzac? Ecco questo grande scrittore fa una cosa nei suoi libri e cioè vi rivela il passato del personaggio soltanto molto tempo dopo la sua presentazione. Metodo che dona alla storia più suspense e mistero. Cazzo, non succede così anche in Lost, Person of Interest e WhiteChapel? I personaggi escono piano piano e ti chiedi “Questo cosa cazzo nasconde?” che poi ti viene anche quando incontri  in fondo ognuno di noi nasconde qualcosa di cui si vergogna ma poi succede che nascondi bene ma a un certo punto lo devi buttare fuori proprio come Lady Anna e su quel buttare fuori che Trollope crea un capolavoro.

Ottima lettura!

Little girl – Danger Mouse & Sparklehorse

http://www.youtube.com/watch?v=SQohPGdVwC0

Annunci

2 pensieri su “Lady Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...